Come chiedere il rimborso del canone RAI in bolletta.
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Come chiedere il rimborso del Canone RAI in bolletta.

Ti hanno addebitato il Canone RAI per errore? Dal 15 settembre puoi richiedere il rimborso semplicemente compilando e inviando il modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Se hai fatto richiesta di esenzione del canone RAI ma il tuo fornitore lo ha comunque addebitato in bolletta, allora puoi chiedere la restituzione dell’importo attraverso il modello e le indicazioni che trovi nel nostro report gratuito.

Nella sezione «Dati del dichiarante» devi  indicare i tuoi dati anagrafici e si contatto.

 

Nella sezione relativa alla richiesta di rimborso vera e propria devi indicare:

  1. L’anno d’imposta cui si riferisce il canone RAI, quindi il 2016.
  2. L’importo totale del rimborso richiesto;
  3. Il codice POD
  4. Il numero fattura in cui è stato addebitato il canone di cui si richiede il rimborso;
  5. L’importo del canone di cui si richiede il rimborso per ciascuna fattura.

 

Devi poi specificare il motivo della richiesta di rimborso del canone RAI pagato ma non dovuto, indicando nella richiesta uno di questi codici:

  1. Se il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è un cittadino ultra 75enne con reddito complessivo familiare non superiore a 8.000 euro e ha presentato la dichiarazione sostitutiva;
  2. Se il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è in possesso dei requisiti di esenzione per effetto di convenzioni internazionali (ad esempio, diplomatici e militari stranieri) e ha presentato la dichiarazione sostitutiva;
  3. Se il richiedente ha pagato il canone con addebito sulle fatture per energia elettrica, e lui stesso o un altro componente della sua famiglia anagrafica ha pagato il canone anche con modalità diverse dall’addebito (per esempio mediante addebito sulla pensione);
  4. Se il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica e lo stesso canone è stato pagato anche mediante addebito sulle fatture relative a un’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica. In questo caso bisogna indicare il codice fiscale del familiare a cui è stato addebitato il canone;
  5. Se il richiedente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi.

 

Terminata la compilazione dovrai firmare il documento è inviarlo per via telematica (utilizzando un intermediario abilitato) oppure per posta con una raccomandata indirizzata a: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale 1 di Torino – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti Tv – Casella postale 22 – 10121 Torino allegando copia di un tuo documento di riconoscimento.