Energia e curiosità, quello che non ti saresti mai aspettato

Magia elettrica

La scoperta dell’elettricità ha davvero stravolto la vita di tutti noi. Basti pensare a com’è impiegata oggi: un processo evolutivo fatto di studi, invenzioni e scoperte.

Se si volesse rispondere alla domanda “chi ha inventato l’elettricità?”, non potremmo dare una risposta unica e secca! 

Le sue origini risalgono addirittura all’antica Grecia, dove il filosofo Talete di Mileto notò che strofinando una bacchetta di ambra (elektron) con un panno di lana, la bacchetta in grado di attrarre corpi leggeri.

Avete mai sentito parlare del bacio di Venere? E visto della grandine danzante? Erano tutti trucchi che sfruttavano l’elettrizzazione dei corpi. Sì perché qualsiasi corpo, anche quello umano, può essere caricato elettrostaticamente e usato per trasmettere elettricità.

È proprio qui l’aspetto interessante e goliardico dell’utilizzo che venivano fatto delle prime scoperte inerenti all’elettricità. Del resto chi non ha mai strofinato un palloncino sulla propria maglietta e poi avvicinato ai capelli?

Sembra incredibile, ma già nel Settecento si praticavano gli “esperimenti scientifici” sull’elettricità, mescolati tra il gioco e lo spettacolo: ci si divertiva a far scoccare scintille, ad attrarre oggetti, a provocare scosse, attraverso i sistemi più disparati. 

Grazie alla capacità che hanno i corpi elettrizzati di esercitare reciproche forze attrattive o repulsive, per esempio, ha ispirato semplici esperimenti d’effetto scenico, vediamone alcuni!

 

Pulci elettriche

Uno tra questi era il giochino delle “pulci elettriche”, dove si mettevano dei frammenti di materiali leggeri all’interno di un contenitore, chiusi con un coperchio, che a sua volta veniva “caricato” per strofinio. Così facendo il coperchio era in grado di attirarli a sé facendoli saltare. 

Un vero e proprio gioco divenuto molto popolare e diffuso fino a tutto l’Ottocento, con diversi tipi di oggetti posti all’interno del contenitore. 

 

La danza della grandine 

Un altro gioco molto in voga era quello della “danza della grandine”, dove una grande quantità di palline di sambuco venivano appoggiate su un piatto metallico, “caricato” sempre per strofinio. Successivamente veniva sovrapposto un altro piatto avente carica opposta. 

Così facendo le palline di sambuco, molto leggere, venivano attratte da quest’ultimo, generando un rumore simile a quello della grandine. Una volta raggiunto il piatto superiore, caricate dello stesso tipo di elettricità, venivano di nuovo attratte dal piatto inferiore, e così via.

 

Il bacio elettrico o di Venere

Questo spettacolo, tanto affascinante quanto rischioso, consisteva nel caricare per mezzo di una macchina elettrostatica una fanciulla posta su un supporto isolante. Uno degli ospiti dello spettacolo, invitato a baciarla, prima di riuscire a baciarla, provocava una visibile scintilla elettrica luminosa tra le due bocche.

 

La Guida Indispensabile ai Contatori Elettrici

Potremmo dire che ne è passata di “energia” sotto i ponti da quando è iniziata l’evoluzione dell’elettricità. E se vuoi sapere altre curiosità e come si è evoluta la tecnologia, puoi scaricare la Guida Indispensabile ai Contatori Elettrici!

In questa Guida troverai non solo notizie e curiosità relative all’evoluzione dei contatori, ma sarai guidato passo dopo passo e saprai come funziona la filiera energetica, il misuratore intelligente e i trucchi dietro il pulsante di lettura.

Scoprirai:

      • Leggere e capire dettagliatamente un contatore della luce;
      • I vantaggi del contatore open-meter;
      • Le varie procedure per sfruttare al meglio un contatore;
      • Gli errori da non commettere e come evitare le truffe.

Cosa aspetti?

 

[bigbutton-blu text=”SCARICA LA GUIDA INDISPENSABILE AI CONTATORI ELETTRICI” title=”Download Guida Contatori” url=”https://www.revoluce.it/wp-content/uploads/2021/06/Guida-Indispensabile-ai-Contatori-Elettrici.pdf”]

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.