Come funziona un impianto fotovoltaico?

Come funziona il fotovoltaico

Che differenza c’è tra noi che andiamo a mare a prendere il sole e un impianto fotovoltaico? Forse centinaia, ma in entrambi i casi è prodotta energia sotto forma diversa: termica ed elettrica. Sembra assurdo, ma è così!

Cos’è che permette ad un impianto fotovoltaico di produrre energia elettrica direttamente dal sole? L’assorbimento della luce solare è causata dalla presenza degli atomi di silicio in determinate celle; il silicio è un elemento molto importante che si trova in abbondanza in natura.

Andiamo, dunque, alla scoperta del fotovoltaico.

 

Il potere magico del silicio

Ciò che rende un impianto fotovoltaico “magico” è la presenza di un elemento che si trova in abbondanza in natura, ovvero il silicio, come abbiamo detto.

Il silicio allo stato grezzo si trova praticamente dappertutto sul pianeta, basti considerare la sabbia per esempio, che contiene proprio silicio.  Tuttavia, per per essere utilizzabile in un impianto fotovoltaico necessita di un processo di lavorazione che lo trasformi in “silicio di grado solare”.

Nello specifico la produzione del silicio di grado solare ha un alto livello di raffinazione, che ne determina l’elevata purezza e quindi una maggiore qualità e un maggior costo, che a cascata si riversa sul costo dei pannelli FV.

 

Potere del sole, vieni a me

Grazie alla funzione del silicio e al potere del sole che sprigiona energia solare, riusciamo in modo del tutto naturale a poterci auto-produrre e consumare energia elettrica.

Questo processo è reso grazie ai fotoni dell’energia solare che venendo a contatto con gli elettroni liberi del silicio, li stimolano generando una tensione e una corrente continua

Successivamente questa corrente continua, attraverso dei cavi elettrici, viene trasmessa ad un dispositivo che ha il compito di trasformare la corrente continua in alternata

Tale dispositivo è chiamato inverter e fa in modo che la corrente risulti subito disponibile e pronta all’uso.

 

Doppio contatore

A completamento di tutto questo processo è necessario l’installazione di un secondo contatore per permettere la misurazione dell’energia prodotto dall’impianto fotovoltaico.

Inoltre, il contatore collegato in rete, se è ancora un vecchio modello, viene sostituito con uno bidirezionale, per permettere all’energia prodotta e non consumata di essere immessa in rete.

Così facendo l’utente avrà la possibilità di utilizzarla grazie al servizio di scambio sul posto o di venderla semplicemente alla rete, avendone un ricavo economico. 

 

Dove scaricare la Guida Integrale sul Fotovoltaico

Con il nuovo progetto Revoluce, Energia ZeroTruffe, ci impegniamo ogni giorno a creare contenuti di valore per i nostri lettori, tra cui anche guide complete!

Dopo le prime due dedicate al canone rai e al gas, la terza l’abbiamo voluta dedicare a tutto il mondo inerente all’Energia Fotovoltaica, un mondo affascinante quanto articolato. 

In questa Guida, scoprirai non solo notizie e curiosità relative a quest’energia green, ma sarai guidato passo dopo passo e saprai come funziona un intero impianto fotovoltaico.

Scoprirai:

      • Come funziona un impianto fotovoltaico.
      • La storia che ha portato l’Italia ad essere in cima alla classifica mondiale per produzione di energia solare.
      • Come gestire le proprie fatture quando si sfrutta il fotovoltaico.
      • Quale agevolazioni ci sono state e quali sono oggi presenti.
      • Gli errori da non commettere.
      • Evitare le truffe relative al mondo dell’energia solare.

Cosa aspetti?

 

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.