Canone RAI 2020. Tutto quello che devi sapere: esenzione, rimborso e moduli - Revoluce
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Canone RAI 2020. Tutto quello che devi sapere: esenzione, rimborso e moduli

Ogni anno la “tassa più odiata dagli italiani” si ripresenta. Ogni anno si accende la polemica fra chi la paga e chi no. Scopri se sei esente e come fare per non pagarla.

È quel momento dell’anno in cui non ti preoccupa più la “tassa più odiata dagli italiani”, il canone RAI. Ormai le 10 rate da 9€ sulle bollette dell’energia sono state superate.

I prossimi due mesi puoi rilassarti e goderti i tuoi programmi tv preferiti.

Mai abbassare la guardia, però! Infatti, 22 milioni di italiani si stanno preparando a sborsare nuovamente 90€ per la “detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive”, ossia il canone RAI.

Può festeggiare solo chi ha diritto all’esenzione di questa odiosa tassa.

 

Sei esente dal canone RAI?

Se hai un’utenza elettrica domestico residente puoi non pagare il canone RAI solo dimostrando che in nessuna abitazione relativa all’utenza è presente un televisore.

Anche le persone oltre i 75 anni di età e con un reddito inferiore agli 8.000€ sono esenti dal pagare questa tassa.

Attenzione! I 75 anni devono essere compiuti entro il 31 gennaio 2020 (o comunque entro l’anno in cui chiedi l’esenzione). Per i “giovanotti” che compiono 75 anni dal 1 febbraio al 31 luglio, l’esenzione è valida solo per il secondo semestre dell’anno. Dall’anno successivo al compimento dei 75 anni ti basterà presentare la richiesta all’Agenzia delle Entrate.

Sono esenti anche mogli e mariti (o parenti) che hanno all’interno dello stesso stato di famiglia qualcuno già soggetto al pagamento del canone RAI.

Anche un’altra categoria, spesso sottovalutata, è esente da questo pagamento. Chi guarda la TV tramite il computer. Perché? I PC non sono muniti di strumenti per la sintonizzazione o la ricezione (terrestre o satellitare) del segnale. Infatti, i computer ricevono e trasmettono via internet (streaming), pertanto non rientrano nella categoria dei televisori.

In sintesi, sei esente dal canone RAI se:

  • Dimostri di non avere una TV in casa o hai presentato la richiesta di esenzione;
  • Hai 75 anni compiuti ed un reddito annuo sotto gli 8.000€;
  • Nel tuo nucleo familiare hai già qualcuno a cui è applicato il canone RAI;
  • Guardi la TV in streaming su PC;

 

Come puoi chiedere l’esenzione?

La cosa più importante che devi sapere è che la scadenza ufficiale per la presentazione della domanda è il 31 gennaio 2020. Per evitare di pagare in anticipo e poi chiedere il rimborso della prima rata, il consiglio che posso darti è di presentare la domanda entro il 31 dicembre 2019. Anzi, considerando tempi di consegna della richiesta e sviluppo della pratica, ti suggerisco come scadenza il 21 dicembre. All’interno del nostro report gratuito sul canone RAI trovi il modulo da compilare per l’esenzione del pagamento.

Puoi presentare il modello dell’esenzione insieme ad un documento di riconoscimento e spedire tutto con un plico raccomandato senza busta all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate 
Direzione Provinciale I di Torino
Ufficio Canone TV
Casella postale 22 – 10121 Torino.

Se non vuoi fare fila alle Poste, puoi mandare una mail con la firma digitale all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it .

Se invece hai voglia di perdere una mezza giornata di tempo puoi recarti in un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate e consegnare a mano i documenti.

Come compilo il modulo?

Come tutti i moduli statali c’è da applicarsi un minimo. Calma! La stessa Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un documento che spiega passo passo come compilare queste richieste. Cliccando sul link troverai il report gratuito del canone RAI con tutte le linee guida per compilare facilmente il modulo per l’esenzione.

 

Ho già pagato anche se non dovevo. Ed ora?

Se hai già pagato una o più rate puoi chiedere tranquillamente il rimborso con le stesse modalità con cui chiedi l’esenzione. Ti basterà  compilare solo un modulo diverso. Trovi il modulo per chiedere il rimborso in coda al nostro report gratuito sul canone RAI.

SCARICA QUI IL REPORT DEL CANONE RAI

Ricorda che la richiesta per l’esenzione del canone Rai è valida per un anno solare (1 Gennaio – 31 Dicembre), quindi dovrai presentarla ogni anno.