Aumento delle bollette: +15,6% per l'energia elettrica, ma Revoluce aveva previsto tutto -
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Aumento delle bollette: +15,6% per l’energia elettrica, ma Revoluce aveva previsto tutto

Ecco la stangata che nessun consumatore voleva ma che era nell’aria, un aumento dell’energia elettrica del 15,6% che, però, non riguarda in alcun modo i nostri amati #revolucionari che, grazie al prezzo al KWh tutto incluso e senza costi fissi bloccato per due anni di Revoluce, si sono messi in salvo dalla truffa degli aumenti in bolletta.

166€ in più all’anno. Ecco la cifra complessiva che comporterà l’aumento dei costi dell’energia per l’ultimo trimestre del 2020.

Quest’anno è stato molto duro per tutti gli italiani. Pandemia, lockdown, decreti. Durante l’emergenza l’Autorità per l’energia (ARERA) ha aiutato le famiglie italiane e le attività commerciali. Lo ha fatto bloccando le sospensioni e riducendo i corrispettivi fissi in bolletta.

Ma, per dare questi aiuti, ha fatto uno sforzo economico e finanziario notevole.

Lo sforzo per la forte riduzione dei consumi industriali ha creato uno scompenso enorme tra “domanda e offerta” sulla rete elettrica nazionale.

Le famiglie italiane, quindi, si trovano a dover affrontare un rialzo prevedibile, certo, ma sproporzionato rispetto al precedente. Una manovra che comporterà una spesa aggiuntiva di 166 € per ogni famiglia.

In questo momento storico, difficile più che mai, è impensabile avere una variazione di prezzo così alta dall’oggi al domani. Analizziamo, qui, nel dettaglio la situazione. E scopriamo quale può essere la soluzione definitiva a tutti gli odiosi balzelli delle bollette energetiche.

 

La situazione legata al coronavirus

Come detto, l’ARERA ha stabilito diverse agevolazioni sia per gli utenti business che per il consumatore finale. Poi il campanello d’allarme. Nel periodo estivo è arrivato il primo aumento sulla spesa complessiva del 3,3% per “equilibrio del sistema”.

Già all’epoca, nei nostri articoli e nelle comunicazioni via Facebook, avevamo fatto notare che con il coronavirus, il prezzo dell’energia era ai minimi storici. Sappiamo tutti che una delle principali regole di qualsiasi mercato è che quando il prezzo è ai minimi storici è destinato a salire vertiginosamente.

Infatti, con l’aumento di quest’estate è partito il rialzo che ha riportato i prezzi della materia prima ai valori di inizio 2020. 

Guarda questo grafico:

La stessa ARERA lo dice chiaro e tondo nel suo comunicato stampa del 29 settembre 2020:

Nel terzo trimestre 2020 il Prezzo Unico Nazionale (PUN) dell’elettricità risulta pari a circa 42 €/MWh, contro i 25 €/MWh del secondo trimestre, con un aumento di circa il 70%.

Non so se hai letto bene: +70% del prezzo energia in appena 3 mesi. La notizia negativa è che con buona probabilità questi aumenti continueranno anche nei prossimi due anni, con qualche aggiustamento al ribasso ogni tanto e nei periodo di minore consumo.

Uno dei motivi per cui con Revoluce abbiamo deciso di bloccare per due anni l’intero prezzo al kWh tutto incluso e senza costi fissi è proprio per mettere al riparo le famiglie italiane da questi improvvisi aumenti della materia prima e non solo!

Sì, perché ad aggravare la situazione, oltre l’aumento dei prezzi energia, anche ARERA si troverà a fine anno a far fronte ad un minor incasso degli oneri generali di sistema (dovuto ad un minor consumo soprattutto delle imprese industriali).

Già a fine Giugno, in un comunicato stampa ARERA scrisse che:

L’emergenza può avere nei prossimi mesi effetti significativi sia sul fabbisogno degli oneri generali di sistema, sia sui flussi di gettito in entrata di tali componenti; l’attuale liquidità presso la Cassa è quindi destinata a ridursi considerevolmente e potrà richiedere, nei prossimi aggiornamenti, manovre di aggiustamento.

Le “manovre di aggiustamento”, in poche parole sono soldi da prendere dalle bollette mettendo le mani nelle tasche degli italiani.

Infatti, preciso come un orologio, è arrivato il primo aumento in estate del 3,3% e poi questo nuovo rialzo che, ad essere sinceri, impatta solo ed esclusivamente sul prezzo della materia prima dei clienti serviti in maggior tutela.

Ma il rincaro, come ti ho fatto vedere dal grafico che trovi più su, vale anche per i clienti che sul mercato libero hanno scelto una fornitura a prezzo indicizzato/variabile.

Non vorrei sembrare troppo cattivo, ma la brutta notizia per te, forse ancora deve arrivare.

 

Aumento del 15,6%

Eccoci allora all’aumento già preannunciato da Revoluce mesi fa. 70 € in più per la luce e 96 € in più per il gas. Una maggior spesa complessiva pari a 166 €.

Nel comunicato ufficiale di ARERA possiamo leggere:

Tale variazione è dovuta esclusivamente a un aumento della spesa per la materia energia, legato, da un lato, all’incremento della componente a copertura dei costi di acquisto dell’energia elettrica (+17,6%), parzialmente mitigato da una riduzione della componente a copertura dei prezzi di dispacciamento (-2%).

Quindi, il rialzo complessivo è del 15,6%, di cui il 17,6% relativo al prezzo della materia energia leggermente compensato da un 2% di riduzione del dispacciamento, una componente pagata a TERNA che serve a retribuire le attività di gestione, coordinamento e bilanciamento della domanda e dell’offerta di energia ora per ora.

Ancor di più con questi nuovi rialzi, la spesa per l’energia si riconferma come la terza voce di spesa del bilancio familiare subito dopo il fitto/mutuo e il cibo (dati ISTAT). Ancora una volta, un bene essenziale come l’energia elettrica è vissuta dai consumatori come una vera e propria tassa da pagare.

Cosa aspettarsi, dunque? 

E arriviamo alla brutta, bruttissima, notizia per te.

Prima ho scritto che ARERA a fine anno dovrà fare i conti, per sua stessa ammissione, con una riduzione degli incassi sugli oneri generali di sistema, dovuto ad un minor consumo delle imprese (soprattutto quelle industriali).

Nelle “regole” del mercato, ogni fine anno a dicembre, ARERA definisce i corrispettivi annuali per:

      • Trasporto.
      • Gestione del contatore.
      • Oneri di sistema.

E puoi scommetterci che ci sarà un forte (fortissimo) incremento di queste voci che colpiscono TUTTI i clienti senza distinzione tra mercato libero e tutela.

Tutti, tranne i clienti che hanno scelto il prezzo al kWh tutto incluso e senza costi fissi di Revoluce.

 

Basta alla “truffa” dell’aumento in bolletta

Attualmente la stragrande maggioranza degli italiani non è in grado di rispondere ad alcune semplici domande come

          • Leggendo la bolletta, cosa sta pagando?
          • Quanto costa realmente l’energia che consumi?
          • Ci sono oneri “nascosti” non dovuti?
          • È possibile prevedere il costo per i prossimi mesi?
          • E per il prossimo anno?

Se anche tu hai difficoltà a rispondere a queste domande, devi sapere che non è assolutamente colpa tua ma del contorto modo in cui lo Stato, le autorità e i fornitori sfruttano la bolletta come bancomat prelevando soldi direttamente dalle tue tasche e senza che tu possa fare niente per impedirlo.

A differenza dei fornitori tradizionali con Revoluce il totale da pagare è dato da una semplice moltiplicazione: 

prezzo tutto incluso x consumo.

In più, oltre ad avere un prezzo al kWh tutto incluso e senza costi fissi, hai una lunga serie di vantaggi:

            • Hai la certezza che, se da un mese all’altro spendi di più o di meno, è solo perché hai consumato di più o di meno.
            • Prevedi e tieni sotto controllo la spesa futura perché il prezzo al kWh è bloccato per ben 2 anni, così ti metti al riparo dagli aumenti in bolletta.
            • Non ricevi più la vecchia e incomprensibile bolletta ma controlli il tuo saldo energia in pochi secondi da smartphone, PC e tablet.
            • Grazie alla nuova modalità di ricarica, frazioni i pagamenti durante il mese in base alle tue disponibilità e scegli il giorno esatto in cui ricaricare.
            • Accumuli kWh gratis grazie alle #revomissioni e alle tante promozioni che dedichiamo periodicamente ai nostri clienti.
            • Consumi solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili.

Per sapere tutto su come liberarti definitivamente della “truffa” degli aumenti in bolletta compila il modulo qui in basso e fatti aiutare da un nostro tutor #revolucionario!