Utenza Gas: è possibile ridurre le accise in fattura? -
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Utenza Gas: è possibile ridurre le accise in fattura?

La riduzione delle accise del gas è possibile per diverse tipologie di clienti, in questo articolo andremo ad approfondire le agevolazioni oggi presenti.

In un precedente articolo abbiamo visto da vicino cosa sono le accise gas, in questo andremo ad approfondire com’è possibile richiederne l’agevolazione per determinate tipologie di utenti. È risaputo come il peso delle fatture energetiche si cresciuta negli anni, alimentando i cattivi umori dei consumatori finali, che sono in cerca sempre di qualche buona offerta che possa alleggerire il carico.

È vero la maggior parte delle voci è composta principalmente dalle cosiddette “tasse”, che vanno a gravare per oltre il 60%. Infatti, se prendiamo in considerazione le analisi ARERA riferiti ad una famiglia tipo che consuma 1.400 m3 di gas l’anno, i costi fissi – più comunemente chiamati “tasse” – incidono esattamente per il 66%.

Tuttavia, non tutti sanno che è possibile ridurre il carico fiscale delle fatture del gas tramite alcune agevolazioni previste oggi per legge. Ad onor del vero, purtroppo, non rientrano tutti i consumatori, ma solamente determinate tipologie di utenze.

 

Grafico Accise Gas ARERA 2021

Nell’immagine sopra le porzioni del grafico 1, 2 e 3 corrispondo ai costi fissi del gas.

 

Riduzione delle accise

In un precedente articolo abbiamo visto nello specifico cosa sono le accise, come si suddividono e come sono fatturate dai fornitori. Ora di seguito andremo a vedere chi e come può richiedere la riduzione delle stesse.

Come già anticipato, queste agevolazioni non sono per tutti e ad oggi non sono presenti aiuti per quanto riguarda i consumatori domestici. Questi ultimi vedono già un valore basso delle accise rispetto alle categorie “altri usi”, i destinatari dei supporti economici in oggetto..

Per legge, oggi sono previste delle agevolazioni per l’accisa esclusivamente a favore di imprese, nello specifico possono fare richiesta per l’agevolazione:

      • Attività industriali che producono beni e servizi: artigianali, agricole, alberghiere, di ristorazione, di distribuzione commerciale, forni per il pane, produzione di energia elettrica e la cogenerazione;
      • Impianti sportivi adibiti ad attività dilettantistiche senza fine di lucro;
      • Attività ricettive svolte da istituzioni per assistenza a disabili, orfani, anziani e indigenti e comunità di recupero di tossicodipendenza dove vengono svolti lavori;
      • Attività svolte in case di cura, qualificabili come imprese industriali;
      • Forze Armate Nazionali per quanto riguarda l’accisa, esenti dall’addizionale regionale;
      • Usi Istituzionali delle Forze Armate dei Paesi della Nato;
      • Rappresentanze di diplomatici o consoli;
      • Organizzazioni internazionali riconosciute;
      • Stati ed Organizzazioni Internazionali nei cui confronti, sulla base di accordi è concessa anche l’esenzione IVA.

Per poter usufruire dell’agevolazione sull’accisa, l’impresa, o meglio l’imprenditore, può farne richiesta al proprio fornitore e compilando i moduli necessari.

La modulistica prende il nome di “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”, un documento dove il cliente auto-certificata che è in possesso dei requisiti essenziali per avere diritto all’agevolazione.

 

E con Revoluce?

Dimenticati di tutte queste percentuali di spese! Seppur ad oggi l’offerta RevoGas è rivolta esclusivamente alle utenze domestiche, essa permette di poter dire addio a percentuali di spesa e bollette incomprensibili!

Ovviamente, anche in questo caso utilizzeremo la formula del prezzo del Smc tutto incluso. L’unica differenza, rispetto alla fornitura di energia elettrica, è la presenza di un canone fisso per compensare l’alta stagionalità delle forniture gas.

      • Canone mensile: 5 €.
      • Prezzo del Smc tutto incluso: variabile da regione a regione.

Il totale da pagare, quindi, sarà dato dalla semplice moltiplicazione del prezzo incluso per i metri cubi consumati più il canone mensile.

Ecco i prezzi che offriremo:

        • 0,66 €/Smc per Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige.
        • 0,68 €/Smc per l’Abruzzo.
        • 0,69 €/Smc per Valle d’Aosta e Basilicata.
        • 0,70 €/Smc per Umbria, Puglia, Molise e Veneto.
        • 0,71 €/Smc per la Liguria.
        • 0,72 €/Smc per Marche e Piemonte.
        • 0,73 €/Smc per Emilia Romagna e Toscana.
        • 0,75 €/Smc per la Campania.
        • 0,77 €/Smc per la Sicilia.
        • 0,79 €/Smc per il Lazio.
        • 0,80 €/Smc per la Calabria.

Se fai parte dell’Esercito #Revolucionario la quota fissa sarà scontata: non più 5 € ma soltanto 3 €.

E le agevolazioni? Se avrai diritto alle riduzioni viste fin qui, le stesse verranno confermate anche nella tua fornitura #revolucionaria non appena apriremo le prenotazioni “altri usi”!

Scopri di più RevoGas qui.