Questa volta l’energia del terremoto ha vinto!

LETTERA AD UNA RIVOLUZIONARIA
Questa è la storia (breve) di Roberta, una ragazza come tante interessata ad attivare il contratto con Revoluce per l’abitazione in cui vive con i genitori.
Roberta improvvisamente non ha più risposto alle mail, scomparsa nel nulla dopo alcune richieste d’informazioni.

Nessuna risposta, nessun cenno di adesione, silenzio totale.
Ho pensato “va beh, che sarà mai, l’ennesimo cliente interessato che ci ripensa”.
Non ci ho più pensato fino a giovedì sera quando, mentre mi rilassavo suonando musica in un giovedì sera decisamente piovoso, sento vibrare l’iPhone…
La notifica di una nuova mail è come droga per me, non riesco a trattenermi dallo scoprire chi diavolo mi scrive! Poso il sax e mi fiondo a leggere.
Poche parole di una potenza disarmante: “…questa volta l’energia del terremoto ha vinto…”
Ho sentito un brivido passarmi lungo la schiena.
Roberta, il cliente che ci ha ripensato, pur coinvolta da un evento così tragico e disarmante ha avuto il tempo, la voglia e la cortesia di rispondere ad uno stalker della rete a caccia di un nuovo cliente: LEI!
Questo si che è un gesto rivoluzionario! Poteva piangersi addosso, fregarsene di rispondere eppure…eppure lo ha fatto con una lucidità, una dignità, un coraggio ed una forza fuori dall’ordinario.
Ho chiuso l’iPhone per evitare di rispondere. Qualsiasi parola, qualsiasi frase, qualsiasi pensiero non avrebbe mai colmato il divario rivoluzionario tra LEI e me.
Lei lo era già, io ci sto provando.
Potevo chiudere l’iPhone ma non spegnere i miei pensieri e per giorni non ho smesso di pensare a quelle parole..
questa volta l’energia del terremoto ha vinto…
Come se fosse esistito un momento in cui la “mia” energia avesse vinto o quantomeno combattuto contro la potenza incalcolabile di madre natura, senza essermene reso conto.
E ora?
Mi volto dall’altro lato e faccio finta di niente o, da vero rivoluzionario, reagisco?
La razionalità gridava: “Lascia perdere, qualsiasi attività pensi di fare saranno tutti pronti a dirti che speculi sulla tragedia, che potevi fare di più, che era meglio non far nulla, ecc…”
L’emozione sussurrava: “Agisci e nel tuo piccolo vedrai che avrai fatto sicuramente più di chi ti verrà contro. Non atteggiarti a rivoluzionario. Sii rivoluzionario!”
lasciatemi dire, a costo di sembrare ridicolo, che il vero rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d’amore. (Che Guevara)
Ho scelto l’emozione!
Da oggi e per tutte le festività natalizie, per ogni nuovo “revolucionario” che attiverà un contratto entro il 06/01/2017 Revoluce donerà 10,00 € al progetto promosso da Banca Sella “Terremoto Centro Italia – Ogni piccolo aiuto può essere importante” (https://www.sella.it/banca-online/i…)
Sarà mia cura inviare ad ogni nuovo cliente la disposizione di avvenuto pagamento.
P.S. Scusami Roberta ma non ho il coraggio di risponderti!

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.