Posso usare il reddito di cittadinanza per pagare Revoluce? - Revoluce
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Posso usare il reddito di cittadinanza per pagare Revoluce?

Tra le limitazioni all’utilizzo della Carta RDC c’è il divieto ad effettuare acquisti on-line, principale metodo di pagamento per la nostra energia ricaricabile. Come superare il problema? Scopriamolo insieme

Tra le possibilità che offre il Reddito di Cittadinanza, il sostegno economico ad integrazione dei redditi erogato per alcune tipologie di nuclei familiari, c’è quella di pagare le utenze come bollette elettriche, del gas, telefoniche ecc (a questo link del ministero tutte le informazioni su come richiedere e come usare il reddito di cittadinanza). 

Grazie a questa misura migliaia di famiglie italiane possono quindi, da alcuni mesi a questa parte, accedere a un contributo economico importante che permette, tra le tante possibilità, di evitare il pericolo di rimanere senza luce o gas per colpa di bollette non pagate.

Anche noi di Revoluce, la prima energia ricaricabile, abbiamo cercato di trovare una soluzione per “superare il problema” del pagamento dei consumi con il credito del Reddito di Cittadinanza.
 

Il problema dei pagamenti on-line con la Carta RDC

Nonostante il Reddito di Cittadinanza permetta l’acquisto di tantissimi beni e servizi, tra i quali la già citata possibilità di pagare le utenze, ci sono alcune limitazioni di spesa. Tra queste, l’impossibilità per i titolari della Card RDC di effettuare acquisti e pagamenti on-line.

E’ qui che nasce il problema. Ai clienti che sottoscrivono un contratto, infatti, noi di Revoluce mettiamo a disposizione due modalità per pagare l’energia consumata:

  • Addebito su Conto Corrente;
  • Ricarica del credito attraverso l’area MyRevoluce (con Carta di Credito, Carta Ricaricabile, PayPal, PostePay ecc).

La Card RDC non rientra in nessuna di queste due categorie: non è un Conto Corrente e, vista la limitazione per gli acquisti on-line, non può essere utilizzata per effettuare ricariche.
 

Come superare il problema?

Se ti stai chiedendo se puoi utilizzare il credito RDC per pagare i tuoi consumi con Revoluce, la risposta è SI!

Potrai farlo utilizzando il denaro contante che ogni mese puoi prelevare tramite POS. Citando direttamente le parole del Ministero, infatti,

La Carta consente di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile di 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo (incrementato in base al numero di componenti il nucleo)

Il reddito di cittadinanza quindi – seppur entro un certo limite – può essere speso anche in contanti. È l’articolo 5 – comma 7 – del decreto 4/2019 a stabilirlo, precisando però che la maggior parte della somma accreditata mensilmente ai beneficiari del reddito di cittadinanza dovrà essere spesa tramite POS.

Se ricevi il Reddito di Cittadinanza puoi quindi prelevare in contanti la somma che hai ogni mese a disposizione e decidere di utilizzarne una parte per pagare i tuoi consumi. Puoi procedere così:

  • Se hai già a disposizione una Carta di Credito/Carta ricaricabile (come una comunissima PostePay) puoi versare la somma necessaria su questa carta di pagamento ed utilizzarla poi per caricare il credito su MyRevoluce.
  • Se non hai ancora una Carta di Pagamento, puoi attivarne gratuitamente una.

Noi ti proponiamo HYPE del Gruppo Banca Sella: se la sottoscrivi otterrai in più 5€ bonus e lo 0,5% di sconto su tutte le ricariche.

Per avere maggiori informazioni sulla carta HYPE puoi fare riferimento a questo articolo o contattarci telefonicamente all’800 777 570.