Il primo errore di Matteo? Rispondere a quella telefonata! -
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Il primo errore di Matteo? Rispondere a quella telefonata!

Ti starai chiedendo chi è Matteo e perché la sua storia può esserti utile? Tra poco lo scoprirai! Torniamo indietro di qualche mese!

Matteo fa parte di quel 97% che NON controlla la sua bolletta energetica prima di pagarla.

Ogni bimestre, puntualmente, riceve la sua “bella” bolletta di in bianco e nero da 120 € circa (euro più, euro meno) e come prassi va al tabacchi sotto casa, lo stesso dove compra le sigarette, con l’importo della fattura + 2 € per le commissioni. Il titolare del tabacchi effettua la procedura di pagamento della bolletta e poggia sul balcone un pacchetto di Marlboro rosse da 10. Matteo ringrazia e va via (senza pagare le sigarette)

Un giorno arriva a Matteo la stessa bolletta di sempre solo con due novità:

  1. E’ a COLORI.
  2. E’ di 153,80 €

Per la prima volta dopo oltre un anno e mezzo, nel giorno del pagamento della bolletta, Matteo deve pagare anche il suo pacchetto di Marlboro rosse da 10 perché ha perso la sua scommessa con il titolare del tabacchi sotto casa ed ora ha seri dubbi sulla sua bolletta energetica.

Si perché questa bolletta a colori ha qualcosa di strano; Matteo non ha mai speso più di 130 € di energia a bimestre.

Sarà perché ha consumato di più? No, non ha cambiato le sue abitudini familiari ne comprato nuovi elettrodomestici.

Sarà perché sono aumentate le tariffe dell’energia? No, anzi, la TV ha detto proprio il contrario!

Allora come fa una bolletta a colori ad aver stravolto in questo modo il nostro buon Matteo?

Ora che ci pensa bene…quella telefonata qualche settimana prima…

Si, era una simpatica voce da ragazzina che chiamava per chiedere alcune informazioni tecniche per un sondaggio o qualcosa di simile…voleva i dati di uno codice…qualcosa di strano…codice POD e poi…il Codice Fiscale!

Il dubbio aumenta e la paura di averla combinata grossa prende il sopravvento…

Non è per i 10 euro in più! E’ una questione di fiducia, si fidava del suo fornitore di energia!

Ecco l’errore di Matteo: Si fidava del suo fornitore di energia!

Quello stesso fornitore di energia che gli ha fatto “firmare” un contratto telefonico a sua insaputa, senza dargli le giuste informazioni e, soprattutto, prendendolo in giro.

Come poteva difendersi da quella truffa?

Scoprilo leggendo l’articolo completo QUI: https://www.revoluce.it/blog/3-consigli-per-difenderti-dai-contratti-truffa/

 

P.S. In realtà Matteo, a sua insaputa, ha commesso anche un’altro errore! Scoprilo QUI