Il risparmio truffaldino: scoperta azienda che frodava cittadini e Stato contemporaneamente - Revoluce
  089 0976825     info@revoluce.it     
Attiva subito il tuo contratto con Revoluce | CLICCA QUI

Il risparmio truffaldino: scoperta azienda che frodava cittadini e Stato contemporaneamente

Vendevano pacchetti “caldaia + luce & gas” e chiedevano ai cittadini di detrarre il 50% della spesa. Un comportamento scorretto che prevede azioni legali nei confronti dei truffati e circa 92 milioni di € frodati all’Erario.

È una bella domenica pomeriggio d’autunno. L’aria tiepida entra nel salotto dalla finestra mezza aperta. Dopo un bel pranzo, sei seduto in poltrona a guardare tutti i goal della domenica di calcio. Tua moglie ti gironzola introno informandoti svogliatamente sugli ultimi gossip sentiti in TV. I ragazzi sono usciti con gli amici per un caffè. Dopo l’ennesima lite in un qualche talk show, decidi di andare a fare una sana passeggiata con la tua consorte, in giro per il centro. Mentre questo delizioso pensiero prende sempre più forma nella tua testa, suona il campanello.

Un signore in giacca e cravatta, barba fatta e capello impomatato, ti sorride dall’uscio che hai appena aperto. Ti propone un’offerta irrinunciabile in vista dell’imminente inverno. Caldaia, pompa di calore e risparmi per luce e gas. Tutto compreso. In più potresti detrarre il 50% dell’intera somma spesa. Come fai a rinunciare ad un’offerta così? Anche il vortice di corrente fresca che ti investe sulla porta ti sussurra “Compra… Compra… Compra…“. Tu compri e sei convinto di aver fatto l’affare non del secolo ma almeno dell’anno. Poi scopri tutto quello che ti hanno nascosto e ti trovi con una denuncia per frode allo Stato.

Può sembrare una storiella inventata, eppure è successo a migliaia di persone. Scopriamo cosa è successo e come prevenire queste situazioni.

 

Come funziona la truffa “caldaia + luce & gas”?

L’offerta, apparentemente allettante, non rivela subito l’inganno. Infatti, la magagna può saltare all’occhio più facilmente ad una persona che mastica di giurisprudenza o di energia elettrica.

Il gentil signore offriva un contratto “All-inclusive“:

  • Caldaia (3.500€)
  • Pompa di calore (4.00o€)
  • Bonus LUCE per la casa (3.500kWh per 10 anni)
  • Bonus GAS per la casa (1.000m3 per 10 anni)

Il tutto alla modica cifra di 18.000 € e qualche spicciolo. A questo punto scatta la trappola. L’agente afferma che tutta la somma è detraibile fiscalmente al 50%. In questo modo pagheresti solo 9.000 €! Un vero affare!

Una volta messa la firma sul contratto, però, non scatta solo la frode come vedremo più avanti. Infatti, ex dipendenti di questa azienda hanno affermato che i contratti firmati arrivavano negli uffici amministrativi con firme alterate e con modifiche contrattuali svantaggiose per i clienti ignari che avevano, in buona fede, aderito all’offerta.

Quest’ingegnoso trucco è stato smascherato dal TG satirico Striscia la Notizia e dal suo inviato Max Laudadio. Puoi trovare la prima parte del servizio qui e la seconda parte qui.

 

Cittadini colpevoli. Perché?

Presto detto. Come afferma Paolo Schiona, Responsabile Nazionale Adiconsum – Sportello Rinnovabili:

“Caldaie, fotovoltaico, accumulo, climatizzatori, pompe di calore: queste categorie godono di una detrazione fiscale del 50% o del 65% (a seconda dei casi, n.d.r.). Attenzione! Non godono di questa detrazione luce e gas.”

Che significa, ti starai chiedendo?

Significa che gli impianti sono detraibili mentre il consumo energetico – luce e gas – non può essere detratto. Effettuando detrazioni sull’energia si froda l’Erario e come dice ancora lo stesso Schiona:

“Chi porta detrazione a luce e gas commette un illecito fiscale sanzionato dall’Agenzia delle Entrate con una multa salata”.

Quindi non solo il cittadino subisce un raggiro con l’ennesimo contratto-truffa, ma si ritrova le condizioni contrattuali cambiate a suo sfavore e con una probabile multa da parte dell’Agenzia delle Entrate per aver commesso una frode tentando di detrarre i consumi di luce e gas.

 

Lo Stato truffa lo Stato: come?

Incredibile ma vero, oltre al danno per i cittadini arriva la beffa agli stessi. Infatti, quest’azienda energetica è stata da poco acquisita da Alperia, società della Pubblica Amministrazione. Proponendo contratti con detrazioni infattibili, un’azienda statale cerca di frodare lo Stato. Numeri alla mano, nel momento in cui Alperia acquistava la società in questione, quest’ultima dichiarava 18.500 clienti attivi. Se si volesse ipotizzare una detrazione (non legale!) in media di 5.000€ per ogni cliente si otterrebbe una cifra che supera i 92 milioni di € di danno alle casse dell’Erario.

Tutto ciò accadeva all’oscuro del Direttore Generale Johann Wohlfarter, che ai microfoni di Striscia la Notizia si confessa estraneo ai fatti in quanto da pochissimi mesi Alperia si trova al comando di quest’azienda furbetta.

Sono molto perplesso. Risolveremo questa cosa. Questo non fa parte della nostra deontologia e del nostro dna“.

Oltre queste parole, Johann Wohlfarter si sta impegnando in prima persona a risolvere questa situazione e a gettare le basi da adottare per le soluzioni correttive in merito ai problemi derivati da queste azioni poco limpide.

 

Difendersi dalle truffe è fondamentale!

Come ribadiamo sempre, difendersi dalle truffe è fondamentale in un mare di offerte e aziende energetiche che pur di accaparrarsi un contratto in più sono disposte a stratagemmi non proprio leciti. Raccomandiamo sempre di riflettere più di una volta sull’offerta ricevuta prima di accettarla. Per noi di Revoluce i clienti non sono numeri in un database ma sono #revolucionari. Fanno parte a tutti gli effetti della rivoluzione che stiamo apportando al mondo energetico. Per tutte le informazioni del caso ed altri utili consigli su come evitare di subire truffe e raggiri da parte di agenti o call center malfidati, scarica il nostro report gratuito.

>>SCARICA QUI IL TUO REPORT GRATUITO<<