Li-Fi: la nuova tecnologia che supera il Wi-Fi e trasmette i dati tramite la luce delle lampadine

Li-Fi Revoluce

Li-Fi è un termine introdotto per la prima volta da Harald Haas in occasione di un discorso al TED Global nel 2011 riferendosi al corrispondente ottico del Wi-Fi.

La particolarità del Li-Fi, inventato 14 anni dopo il Wi-Fi, sta nel fatto che le frequenze utilizzate per spostare dati e informazioni (come la semplice navigazione in internet col modem di casa, senza fili) fanno parte dello spettro delle onde luminose. E cosa significa tutto ciò? In questo articolo spiegheremo tutto di questa nuova tecnologia che sta prendendo piede e che potrebbe impattare notevolmente sul mondo dell’energia elettrica.

 

Cos’è il Li-Fi?

Ancor prima di capire cosa sia il Li-Fi capiamo cosa significano queste sillabe.

Li-Fi è l’abbreviazione di Light Fidelity che può essere tradotto come fedeltà della luce, inteso come la sicurezza che questa tecnologia può vantare.

Infatti, il Li-Fi non è altro che una tecnologia wireless (senza fili) molto innovativa che sfrutta le onde luminose emesse da una lampadina LED anziché le onde radio.

Velocità di trasmissione dati, connessione senza fili, assenza di onde radio, sicurezza estrema, accuratezza infinitesimale. Sono queste le caratteristiche su cui punta la nuova tecnologia per insediarsi in ambienti prevalentemente interni o coperti.

 

Perché il Li-Fi?

Il Li-Fi è una forma di comunicazione tramite la luce visibile. Come abbiamo detto, il termine fu coniato dal professor Haas in una conferenza. Il professore asserì:

“Tutto ciò di cui avremo bisogno in futuro sarà inserire un microchip in ogni dispositivo di illuminazione LED per combinare le due funzionalità di illuminazione e trasmissione dati attraverso una rete senza fili.”

In un mondo sempre più connesso ad internet e con sempre più dispositivi capaci di entrare sul web, il Li-Fi potrebbe essere la soluzione. Lo spettro della luce visibile è, infatti, 10.000 volte più grande dell’intero spettro radio. Questo vuol dire maggior capacità di connessione. Oltre a una maggiore banda larga, il Li-Fi può raggiungere una velocità di trasmissione dati superiore ai 10 Gbps (Gigabit per secondo), dimostrandosi molto più veloce del Wi-Fi.

Immaginiamo miliardi di luci LED che collegano miliardi di dispositivi intelligenti. Questa tecnologia si prepara a diventare la piattaforma per una nuova era digitale che prende vita da miliardi di connessioni attraverso la luce.

Uno dei pionieri della tecnologia è l’azienda pureLiFi, creata dallo stesso professor Haas, che riporta risultati interessanti.

Tra gli altri protagonisti del mercato ci sono aziende come Panasonic, Signify (Philips Lighting) e Siemens.

Per i più smanettoni e curiosi, lasciamo qualche dato per dare un contesto specifico della portata di questa innovazione.

      • Secondo Gartner e Cisco (colossi di sistemi informatici), nel 2020 ci saranno tra i 20 e i 50 miliardi di dispositivi connessi.
      • Entro 20 anni la trasmissione su onde radio sarà in grado di coprire appena il 5%-10% della domanda prevista.
      • Secondo Ericsson, i dati mobili stanno crescendo del 60% all’anno.
      • Circa il 90% dei dati mobili sarà utilizzato in ambienti interni o coperti.

Sono numeri incredibili.

 

Come funziona il Li-Fi?

La tecnologia di cui stiamo parlando è in grado di trasmettere dati in grande quantità ed in assoluta sicurezza basandosi sulla luce visibile e interagendo con la luminosità delle singole luci LED attraverso cui si muove. Un po’ come il telecomando di casa cambia canale tramite una luce invisibile (infrarossi).

Vediamo come funziona in maniera chiara un sistema Li-Fi.

Per spostare la mole di dati, questa tecnologia ha bisogno di impulsi da parte dei singoli LED. Per far sì che ciò accada le luci si spengono e si accendono ad una velocità così elevata da risultare impercettibile all’occhio umano. Un ricettore di impulsi luminosi, detto foto-rilevatore (un normale sensore ottico come la fotocamera del cellulare) converte il fascio luminoso in un segnale elettrico leggibile da un qualsiasi computer o dispositivo collegato a internet. Tutti i dispositivi che utilizzano questo sistema sono dotati di un dongle, una sorta di lettore che agisce come un modem wireless.

Più difficile dirlo che farlo!

Un router Li-Fi permette di collegare i dispositivi ad internet entro un raggio di 20 metri.

Inoltre, l’illuminazione può essere oscurata ma i dati possono ancora essere trasferiti garantendo una forma nuova e più sicura di connettività senza fili.

 

Li-Fi contro Wi-Fi

La tecnologia Li-Fi offre un’interessante alternativa al Wi-Fi. Propone una velocità di trasmissione delle informazioni 100 volte superiore, una maggiore banda larga, massima sicurezza nell’invio di dati e un’affidabilità a prova di hacker.

Tabella Li-Fi Wi-Fi
Confronto fra Li-Fi e Wi-Fi

 

In questo schema riportiamo un confronto fra le due tecnologie.

La tecnologia Light Fidelity è progettata per essere integrata con i dispositivi intelligenti.

 

Li-Fi: Pro e Contro

Pe concludere questa analisi tiriamo le somme evidenziando i pro e i contro della tecnologia in esame.

I pro:

  1. Maggiore sicurezza.
  2. Nessuna interferenza.
  3. Geolocalizzazione.
  4. Alta velocità.
  5. Maggiore banda larga.
  6. Maggior volume di dati trasmissibile.
  7. Semplicità dei componenti.
  8. Costi ridotti.
  9. Efficienza energetica.
  10. Rete capillare.
  11. Nessun rischio per la salute.

 

I contro:

  1. Raggio di copertura ancora basso.
  2. Solo sperimentazioni scientifiche.

 

In questa tabella proponiamo un rapido confronto fra Li-Fi e Wi-Fi.

Qualità Li-Fi Wi-Fi
Confronto qualitativo fra Li-Fi e Wi-Fi

 

 

 

 

 

 

 

 

In conclusione, il Li-Fi sembra essere un sistema di trasmissione dati molto interessante. Ammesso che queste infrastrutture superino tutti i test si presenta come una soluzione innovativa. La facilità di utilizzo, poi, può essere paragonata all’accensione di un interruttore della luce. Speriamo in un mutamento tecnologico coerente con i tempi che ci aspettano.

 

Li-Fi con Revoluce

Una tecnologia simile si sposa perfettamente con l’energia ricaricabile™ di Revoluce.

La trasmissione di dati tramite le lampadine LED e la possibilità di ricaricare il proprio Conto Energia nell’esatto momento in cui si consuma, sono due situazione che sembrano fantascienza.

In realtà sono più vicine a noi di quanto possiamo immaginare.

Revoluce è la prima energia ricaricabile™ facile, economica e trasparente che rivoluziona il modo in cui acquisti energia per la tua casa grazie ad un prezzo al kWh tutto incluso e senza costi fissi.

Il totale da pagare è dato semplicemente dalla moltiplicazione del prezzo tutto incluso x i consumi e non c’è nessun onere extra da applicare, ad esclusione ovviamente del canone RAI e dei normali costi per eventuali richieste di aumento di potenza, voltura, subentro, ecc…

Puoi scoprire tutti i dettagli della nostra offerta sul nostro sito www.revoluce.it.

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.