BONUS ELETTRICO 2020: chi ne ha diritto, come richiederlo e quanto vale in bolletta

Bonus Elettrico 2020 Revoluce

Il buon proposito di quest’anno è il Bonus Elettrico 2020.

Anno nuovo, vita nuova!

L’anno prossimo mi metto a dieta!

L’anno nuovo vado a correre!

Bene o male, all’inizio del nuovo anno tutti ci ripromettiamo di fare qualcosa di diverso rispetto allo scorso anno. Qualcuno ci riesce e qualcun altro no. Come detto, per il nuovo anno l’ARERA e  tutte le autorità preposte si sono dedicate al miglioramento del Bonus Sociale. Come? Alzando il tetto dell’ISEE al di sotto del quale si può fare richiesta per il Bonus Elettrico 2020.

Andiamo a vedere nel dettaglio come questo può aiutare oltre 200mila nuove famiglie italiane.

 

ISEE, il tetto è aumentato di 148,50€

L’ARERA ha stabilito un rialzo del tetto dell’ISEE pari a 148,50€. Si passa infatti da un ISEE annuale massimo di 8.107,50€ ad una soglia massima di 8.256€.

Chi ha diritto a questo Bonus Elettrico 2020 può utilizzarlo per abbassare i costi delle utenze elettriche, per la fornitura di acqua e di gas.

Ciò che non cambia sono le condizioni per ottenere il Bonus:

      • nucleo familiare con ISEE non superiore a 8.256€,
      • famiglie con almeno 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000€ (3 figli a carico per il Bonus Gas),
      • nucleo titolare di reddito o pensione di cittadinanza,
      • i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica (elettromedicali) indispensabili per il mantenimento in vita.

Queste condizioni sono previste dalla delibera 499/2019/R/com che adegua la soglia ISEE in base all’indice dei prezzi Istat.

 

Come richiedere il Bonus Elettrico 2020?

Il Bonus Sociale può essere richiesto al Comune di appartenenza, presso un patronato o un CAF (Centro di Assistenza Fiscale).

Inoltre, l’ARERA ha creato una pagina web con tutte le indicazioni su cosa fare per richiedere il Bonus. Ti basta fare click qui!

Per presentare la domanda sono necessari i seguenti documenti:

      • Documento di identità.
      • Eventuale allegato D in caso di delega.
      • Modulo A correttamente compilato.
      • Attestazione ISEE in corso di validità.
      • Allegato CF con i componenti del nucleo ISEE.

Trovi comunque tutte le istruzioni sul sito ARERA.

 

Quanto vale il Bonus Sociale?

Il valore economico del bonus elettrico 2020 dipende dai componenti della famiglia ed è in continuo aggiornamento:

      • Nucleo familiare di 1 o 2 persone: 125€
      • Nucleo familiare di 2 o 4 persone: 153€
      • Nucleo familiare di 5 o più persone: 184€

A questo tipo di Bonus si affianca chi ha il Bonus Luce per Disagio Fisico e quindi ha bisogno di apparecchiature elettromedicali. In questo caso sono prese in esame la potenza impiegata e i kWh consumati.

Con potenza fino a 3kW:

        • Consumo fino a 600kWh: €173
        • Consumo fra 600 e 1200kWh: 285€
        • Consumo oltre 1200kWh: 412€

Con una potenza impiegata che va dai 4,5kW in poi, si hanno 3 fasce:

          • Fascia minima: 405€
          • Fascia media: 513€
          • Fascia alta: 620€

 

Come si usa il Bonus?

L’importo del Bonus Elettrico 2020 è scontato direttamente sulla bolletta elettrica e suddiviso nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.
Ogni fattura riporta, quindi, una parte del bonus proporzionale al periodo cui la bolletta fa riferimento.

Quando il bonus viene concesso, in bolletta è inserita un’apposita voce.

Quando il bonus è in corso sono evidenziati nella sezione “Totale Servizi di Rete – Quota Fissa”.

 

Come si rinnova il Bonus?

A partire dal 2021, il Bonus Luce e il Bonus Gas saranno automatici, dunque senza necessità di farne richiesta ulteriore, per tutte quelle famiglie che rispettano i requisiti.

 

Una possibile novità: il Bonus Rifiuti

Dati alla mano, solo il 35% degli aventi diritto ha fatto richiesta per i Bonus Sociali. Quindi l’ARERA accoglie con favore le possibili novità introdotte nel Decreto Fiscale (articolo 57 bis dl 124 del 2019). Queste novità prevedono l’introduzione del Bonus rifiuti. Ma non solo: anche l’allargamento del Bonus acqua per i costi relativi a fognatura e depurazione.

Dal 2021 il riconoscimento automatico dei Bonus applicati direttamente in bolletta alle famiglie che ne hanno diritto, senza necessità di doverlo chiedere come avvenuto finora.

 

Con Revoluce continuerò a ricevere il bonus?

Sì, se hai tutti i requisiti per ricevere il bonus elettrico 2020, anche con Revoluce continuerai ad usufruirne automaticamente.  Il bonus sociale, come premesso, viene infatti applicato in automatico dal distributore locale alle utenze che ne hanno fatto richiesta (e ne hanno diritto), a prescindere dal fornitore. Anche in caso di cambio del venditore o del tipo di contratto (ad esempio si passa da un contratto dal mercato di maggior tutela ad uno nel mercato libero), il bonus continua quindi ad essere erogato senza interruzioni fino al termine della validità del diritto.

In generale, per verificare di aver ancora diritto al Bonus potrai farne richiesta:

  • presso l’Ente dove hai presentato la richiesta (il Comune di residenza, il CAF, la Comunità Montana, ecc.) con la ricevuta rilasciata alla consegna della domanda;
  • chiamando il numero verde 800.166.654 fornendo il codice fiscale o il numero identificativo della richiesta;
  • sul sito www.bonusenergia.anci.it, nella sezione riservata “Controlla on line la tua pratica” cui si accede con il proprio codice fiscale e le credenziali di accesso. Le credenziali vengono rilasciate dal Comune o dal CAF presso cui si è presentata la richiesta per il bonus.

In più, con Revoluce puoi snellire le pratiche ed avere un Tutor che ti segue passo dopo passo nell’iter di richiesta del bonus!

Vuoi saperne di più? Clicca qui!

 

Novità per il 2021?

Fino a qualche tempo fa, per richiedere e ottenere il Bonus Sociale, tutti coloro aventi diritto dovevano farne esplicita richiesta presentando la domanda. La troppa burocrazia e le tempistiche imposte per la richiesta, hanno comportato per molte famiglie, seppur in possesso di tutti i requisiti economici necessari, la mancata erogazione del Bonus Sociale.

Per tale motivo, ARERA ha ufficialmente deciso di rendere l’erogazione del bonus automatico dal 1 Gennaio 2021.

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.