Trucchi e Segreti della bolletta elettrica [PARTE 1]

Iniziamo con 3 trucchetti utilizzati sempre più spesso da alcuni fornitori per “rubacchiarti” qualche euro senza che tu possa accorgertene facilmente. I primi 3 trucchi e segreti sono:

1.  La PCV maggiorata
2. La falsa fascia bioraria.
3. La quota potenza extra.

Recupera la tua fattura, prendi una matita ed iniziamo subito.


TRUCCO N.1 – LA PVC MAGGIORATA


L’Autorità (AEEGSI) ha stabilito che la società che ti vende l’energia, a prescindere da quanto consumi, ha diritto a ricevere da te il costo che sostiene per le attività commerciali (promozione, pubblicità, provvigioni, ecc..).

Tale onere è quindi un costo fisso denominato PCV “PCV Prezzo Commercializzazione Vendita” e lo trovi in fattura solitamente sotto il nome di costo di commercializzazione o commercializzazione e vendita e comunque sempre in una delle prime righe.

[CORRETTO] L’importo indicato dall’autorità è di 4,57 €/Mese per utenze domestiche e 9,65 €/Mese per utenze non domestiche.

[SBAGLIATO] Molti fornitori per compensare le provvigioni pagate a venditori porta a porta o call center, stabiliscono contrattualmente ed arbitrariamente il costo da sostenere (l’autorità lo permette).

Sempre più spesso tale importo varia tra i 10 ed i 12 €/Mese (+400%) e viene indicato in fattura anche come:

  • Remunerazione attività commerciali.
  • Costo utilizzo CRM.
  • Costo commerciale offerta promozionale.
  • Sbilanciamento fisso (vedi esempio immagine in basso)

PCV maggiorata - trucchi & segreti della bolletta elettrica


TRUCCO N.2 – LA FALSA FASCIA BIORARIA


Il tuo contatore di casa non è in grado di rilevare il consumo ora per ora ma viene semplicemente aggregato in 3 contenitori chiamate fasce orarie F1/F2/F3 (puoi approfondire gli orari cliccando QUI). Eventuali offerte biorarie possono quindi aggregare i consumi utilizzando solo questi 3 contenitori.

[CORRETTO] L’Autorità definisce la fascia bioraria dividendo tutto il consumo in F1 (Fascia 1) dalla somma dei consumi in F2 ed F3 (Fascia F23).

[SBAGLIATO] Molte offerte commerciali si basano su prezzi diversi per il giorno (più caro) e per la notte o Week-end (meno caro). Solitamente vengono chiamate giorno & notte, sole & luna, blu & arancio, lavoro & relax, ecc… Nulla di strano se l’aggregazione dei consumi rispetta quanto sopra indicato. Spesso (e volentieri) invece, l’aggregazione viene stabilita in modo diverso:

  • Sommando in un unica fascia i consumi di F1 ed F2 ad un prezzo più caro (vedi esempio immagine in basso)
  • Indicando una divisione oraria Peak/Off-Peak (es. Peak dalle 8.00 alle 20.00). Poiché il contatore non è in grado di dividere i consumi per tale intervallo di tempo, il fornitore applica una % arbitraria di divisione del consumo.

Falsa Peak/Off-Peak - trucchi & segreti della bolletta elettrica

Falsa Peak/Off-Peak - trucchi & segreti della bolletta elettrica


TRUCCO N.3 – LA QUOTA POTENZA EXTRA


Uno dei tanti costi fissi che paghi in bolletta è quello relativo alla Quota Potenza dei Servizi di Rete. E’ Un costo stabilito dall’Autorità che serve a remunerare le attività del distributore locale e che viene definito in base alla potenza che hai richiesto in fase di attivazione del contatore.

[CORRETTO] La Quota Potenza deve essere riportata esclusivamente nella sezione Servizi di Rete della tua bolletta. Il valore definito per ottobre, novembre e dicembre 2015, ad esempio, è di 0,83 €/kW per le utenze domestico residente (D2) e 1,80 €/kW per le utenze non domestiche o domestiche con potenza maggiore di 3 kW (D3).

[SBAGLIATO] Molte offerte commerciali presentano un corrispettivo fisso legato alla potenza utilizzata o contrattualmente impegnata. Tale corrispettivo è indicato in fattura nei Servizi di Vendita e solitamente viene accompagnato da descrizioni che ne giustificano l’applicazione:

  • Adeguamento alle migliori condizioni
  • Cambio piano
  • Costi di gestione fornitura (vedi immagine in basso)

trucchi & segreti della bolletta elettrica Quota Potenza Extra

 

Ed ora cosa aspetti?

Agisci subito seguendo passo passo quanto sto per dirti:

  1. Prendi la tua bolletta completa di Fronte, pagina di dettaglio e allegato.
  2. Controlla che nelle prime righe ti sia applicato correttamente il costo di commercializzazione pari a 4,57 €/Mese.
  3. Verifica che i consumi siano divisi correttamente nelle due fasce orarie F1/F23.
  4. Assicurati che la Quota Potenza sia fatturata solo nella sezione dei Servizi di Rete e che sia dello stesso importo che ti ho indicato.

Sono certo che sei riuscito a scovare qualche anomalia e mi congratulo con te!

Se hai qualche difficoltà o vuoi approfondire, scrivimi a info@revoluce.it e sarò felicissimo di aiutarti.

Hai ancora bisogno di risposte?

Utilizza il form per esporci i tuoi dubbi.